<%@ Page Language="C#" ContentType="text/html" ResponseEncoding="iso-8859-1" %> www.guitarmigi.it

glossario
(in via di aggiornamento)



action
distanza tra corda e tasti. più precisamente, la distanza tra il "sotto" della corda e il colmo del tasto, generalmente misurata al 12esimo tasto.


l'action è il punto chiave del setup, è una cosa totalmente personale e soggettiva, non cè un'action migliore di un'altra in assoluto, anche se ognuna ha i suoi pregi e i suoi difetti.
per esempio, una action alta ingrossa il tono e il sustain della nota, ma è difficile da suonare, non permette bending precisi e morbidi, e tende ad escludere tecniche particolarmente veloci come tapping, sweep-picking, string-skipping ecc. mentre una action bassa taglia parte del tono e del sustain, ma è estremamente confortevole per la mano, permette bending precisi e morbidi, tecniche veloci ed intricate, e non affatica la mano e il polso.


coupling
[accoppiaggio]: massima aderenza tra due componenti (es: manico e corpo), la quale conferisce massima trasmissione di vibrazioni per aumentare tono e sustain allo strumento, anche se in maniera non drastica.


front-loaded
[equipaggiato davanti]: chitarra elettrica con vano elettrico ricavato sul top della chitarra e coperto da mascherina (es: Fender Stratocaster).

incordare
termine preso in prestito dal tennis, con cui uso indicare il montaggio delle corde. è più breve di "montare le corde" :)


neck-thru
[neck-though-body = manico attraverso il corpo] tecnica di costruzione che prevede il manico passante lungo tutto il corpo, fino al fondo della chitarra, che conferisce maggiore sustain, tono e robustezza.


nut
[nòcciolo, nocciòla]: si intende sia il capotasto, per tutte le chitarre, sia il bullone col quale si regola il truss-rod. il termine "nut" deriva dalla somiglianza del "tappo" del truss-rod a una nocciola nei modelli Fender vintage.


relief
lievissima arcuatura verso l'alto (up-bow, a chitarra sdraiata a faccia in sù) data al manico nel caso si desideri una action uniforme lungo tutta la tastiera, o per eliminare "friggimenti" delle corde sui tasti. non visibile a occhio, se entro limiti opportuni.


rear-loaded
[equipaggiato dietro]: chitarra elettrica con vano elettrico ricavato sul retro della chitarra (es: Gibson Les Paul).


set-screw
vedi "stud-lock".


stop-tail
detto anche "tail-piece": componente del ponte stile Gibson Tune'o'Matic - staffa in metallo posta dietro il ponte, alla quale si agganciano le corde.



strap-lock
[blocca-tracolla]: sistema di sicurezza che impedisce alla tracolla di slittare fuori dal relativo bottone.


string-thru
[string-through-body = corda attraverso il corpo]: tecnica di costruzione che prevede le corde inserite da dietro il corpo, sotto il ponte, per conferire maggiore tono e sustain.


string-winder
[avvolgi-corda]: è una piccola manovella di plastica, facilmente reperibile nei negozi di strumenti musicali per un euro o meno. serve non solo a velocizzare di molto le operazioni di avvolgimento e svolgimento delle corde dalle meccaniche, ma anche, e soprattutto, per evitare sforzi, fatiche e stress al polso. altamente consigliato.



stud
o bridge-stud: perni sui quali i ponti tremolo stile Fender American Standard e Floyd Rose ruotano.


stud-lock
[blocca-perno]: componente dei ponti Ibanez Edge, LoPro Edge, EdgeZero, Gotoh GE1996 e Wilkinson VS100: piccola vite inserita assialmente all'interno dei perni (studs) del ponte, la quale, una volta stretta, blocca i perni stessi per garantire al ponte massima stabilità e maggiore coupling. è un elemento poco conosciuto dalla maggior parte di chitarristi e rivenditori. non presente sui ponti Ibanez Edge-Pro, Edge-Pro II e Edge-III.




truss-rod
[barra, trave]: barra di acciaio (o altro) inserita assialmente all'interno di un tunnel ricavato dentro il manico, sotto la tastiera. dietro opportune regolazioni, serve a mantenere il manico sempre dritto, essendo questo di legno e quindi soggetto a incurvamenti e flessioni causate da tensione delle corde, variazioni di umidità e temperatura. serve anche per dare al manico il relief (vedi sopra).


warping
[torsione]: il warping è un fenomeno per cui il manico si torce assialmente, un po' come l'elica del DNA, anche se in maniera molto meno accentuata, quasi impercettibile a occhio. questo fenomeno è causato da vari fattori, tra cui umidità, sbalzi repetini di temperatura, cattiva manutenzione, legni non stagionati, permanenza prolungata con alcune corde non montate ecc. e quasi mai è riparabile, almeno non oltre un certo limite.

warping: torsione assiale
(qui volutamente esagerato per maggiore comprensione)


il warping è deleterio per il manico ma soprattutto per la suonabilità, in quanto causa di frustamenti facili anche con action molto alta, o action non omogenea o spanciatura troppo accentuata tra tasti e corde. per determinare se il proprio manico è affetto da warping, vi sono vari metodi, i più usati e veloci sono quello puramente visuale, guardando il manico dal ponte giù fino al capotasto, in un angolo molto stretto, e controllare il parallelismo tra i primi tasti e gli ultimi, come nello schema qui sotto (volutamente esagerato per maggiore comprensione). se i tasti non sono paralleli dal primo all'ultimo, è warping. oppure il metodo effettivo, la prova del nove, ovvero controllare la curvatura su entrambe le corde di Mi (col solito metodo delle corda premuta): se le due corde rivelano curvature notevolmente diverse tra i due lati del manico, è warping. un minimo di differenza di curvatura tra i due lati del manico comunque può essere accettabile, entro un certo piccolissimo limite, ma è sempre meglio contattare un liutaio.





warping: torsione assiale
(guardando il manico dal ponte al capotasto)











altri vocaboli > coming soon...

se conoscete qualche vocabolo non riportato qui, contattatemi.









< home


copyright © guitarmigi.it - la riproduzione, anche se parziale, di testi, foto, e parte grafica del sito è vietata.